I Luoghi in Provincia di ArezzoI Luoghi in Provincia di Siena
Il progetto si è sviluppato a partire da studi e ricerche che hanno messo in evidenza la rilevanza degli aspetti qualitativi e quantitativi della risorsa acqua, in relazione alle potenzialità d'uso e al recupero di edifici e manufatti storici importanti, spesso connotati da un forte carattere monumentale.

Il patrimonio architettonico legato al "sistema delle acque" costituisce dunque un'importante testimonianza storica, che permette un'originale lettura dell'identità culturale e delle trasformazioni, fisiche e sociali, di questo territorio: sorgenti connesse al culto dell'acqua, con i miti e leggende che ne tramandano le tradizioni; opere che mostrano le più alte espressioni dell'arte e dell'ingegneria idraulica, come gli antichi sistemi di approvvigionamento idrico, i giochi d'acqua e le fontane delle dimore storiche; vasche, mulini, opifici, impianti per le acque minerali e termali; le numerose fonti dislocate in tutta la regione, i bagni, gli acquedotti, i pozzi, le cisterne, gli interventi di bonifica idraulica che hanno modificato la struttura di molti paesaggi.

Un "museo territoriale diffuso" che individua un insieme di luoghi riconoscibili e dotati di una comune identità: un ricco e complesso sistema di relazioni che si sviluppa in modo peculiare entro uno specifico ambito di appartenenza storica e geografica, un "paesaggio culturale" che ne connota gli usi e le forme. Il progetto sui "Luoghi dell'Acqua" della Regione Toscana si colloca all'interno di questa "idea di museo": ne riassume i principi e gli obiettivi fondamentali.

Un insieme eterogeneo di "spazi, luoghi e materiali" intimamente legati, tra loro connessi dal grande tema dell'acqua: risorsa vitale, bene da proteggere, regimare, canalizzare; elemento morfogenetico, occasione per realizzare opere d'arte o sperimentare nuove forme d'uso, che nei secoli hanno costruito uno straordinario patrimonio condiviso, un rinnovato "sistema culturale e ambientale" per il quale oggi si propongono specifiche azioni di tutela e conservazione.

Il progetto del "museo diffuso" persegue una strategia che intende svelare l'esistenza e la complessità delle opere grazie ad un inconsueto "racconto ambientale": un percorso di scoperta che spieghi ed illustri i diversi luoghi attraverso la percezione dei paesaggi che li contengono, la conoscenza della storia e la comprensione degli usi che li caratterizzano. In tal senso, questo progetto permetterà ai viaggiatori curiosi di apprezzare alcune delle realizzazioni più interessanti create lavorando sulla "forma dell'acqua"; li aiuterà inoltre a capire quante parti della struttura del territorio regionale, di paesi e città, della storia e della memoria siano legate al sistema dell'acqua. Visitare e scoprire le "stanze all'aperto" di questo museo implicherà dunque percorrere itinerari che permettono di cogliere una molteplicità di relazioni, un insieme di corrispondenze e rimandi tra natura, geologia, arte e ingegneria.

Un viaggio-racconto che mette insieme curiosità e divulgazione: intrecciando, nei modi e nelle forme, l'uso di elementi esplicativi tradizionali (partendo dalla creazione di una immagine coordinata) con strumenti multimediali (segnaletica informativa, sito web, immagini, video); associando il principio della partecipazione attiva del visitatore con evidenti componenti didattiche, turistiche e culturali, che forniscono informazioni dettagliate ed accessibili a tutti gli utenti al di là della loro preparazione, mettendo a disposizione (a casa o lungo i percorsi di visita) "emozioni e conoscenze", elementi reali e virtuali, cui ciascuno può accedere in base ai propri interessi.

Il progetto propone dunque di recuperare i luoghi dell'acqua mantenendo inalterata la loro identità e inserendoli entro un più ampio concetto di patrimonio e di fruizione: e in questo senso si può dire che sia un "museo moderno", che cerca di fare emergere una "storia globale", nella quale ogni pezzo sia inserito in un contesto culturale identificabile, dove sono molteplici i rapporti tra singoli temi e oggetti, tra questi e la storia, l'ambiente, il costume, la scienza, l'economia, l'architettura.
Aqua • Siena Design by studio21 | Copyright © Aqua 2010